LA CITTA'

Cenni Storici
Parchi Pubblici
Fiere e Manifestazioni
Consiglio e Giunta
L'ambiente
 
 
   I SERVIZI


Certif. e Documenti
Autocertif. On Line
Imposte e Tributi
Famiglia
Biblioteche
Farmacie
Sport
Polizia Amministrativa
Numeri Utili
Ufficio Tecnico
Annunci Immobilari     Fontevivo

 
 
   VARIE

Chi Siamo
Links
Suggerimenti
 
 

I benefici dell’aceto balsamico


Aceto balsamico

Ti sei mai chiesto perché si chiama balsamico? Esatto. L’aggettivo balsamico viene dal sostantivo balsamo, nel senso di medicamento. Proprio così, perché le virtù benefiche di questo aceto sono tante e sorprendenti. Scopriamole insieme.

Antiossidante
Il fatto che l’aceto balsamico sia prodotto a partire dall’uva è già di per sé un bel beneficio. Forse non lo sai, ma l’aceto è ricco di resveratrolo, un fenolo non flavonoide contenuto nella buccia dell’acino d’uva. Il resveratrolo è un ottimo antiossidante, utile per bloccare l’azione distruttiva dei radicali liberi. L’aceto balsamico non sarà l’elisir di lunga vita, ma qualche goccia per condire i tuoi piatti male non fa.

Controllo del peso
L’aceto balsamico è un aiuto anche per la nostra dieta e il controllo del nostro peso corporeo. Chiariamo subito un concetto: l’aceto balsamico ha un contenuto assai basso di calorie, solo 88 calorie in 100 grammi di prodotto. Per questo motivo, è un ottimo sostituto di sale, oli di originali vegetali e burro. L’acido acetico attiva nell’organismo la produzione di un gruppo di enzimi particolari, in grado di ossidare gli acidi grassi presenti nel sangue. Questo, quindi, consente di migliorare il metabolismo e ridurre la pressione del sangue nelle arterie.

Controllo del diabete
Oltre che agire in modo diretto sulle cellule adipose, secondo diverse ricerche scientifiche, l’aceto balsamico sarebbe in grado di proteggere il nostro organismo dal rischio di diabete. Questo perché l’aceto proteggerebbe le cellule beta pancreatiche, responsabili della secrezione dell’insulina. Queste cellule regolano la produzione di insulina a seconda del livello di glucosio presente nel sangue. Una migliore efficienza delle cellule beta pancreatiche, perciò, ci protegge dal rischio di diabete.

Antisettico
Per molto tempo, nei secoli, scorsi, l’aceto era uno dei pochi antisettici disponibili. Ancora oggi, c’è chi lo usa per lenire il mal di gola gola - basta diluirlo e farci i gargarismi -, per la tosse - contro il catarro dei bronchi - e come antinfiammatorio per le articolazioni - diluito e frizionato sulla pelle. In più, l’aceto può servire anche per alleviare il mal di testa: basta prendere una pezzuola imbevuta di aceto e appoggiarsela sulle tempie. Non tutti sanno che l’aceto balsamico è un rimedio anche per l’herpes labiale: appena ne noti la comparsa, immergi un cotton fioc nell’aceto e passalo sulla parte colpita dall’herpes; in questo modo, ne eviterai la crescita. L’aceto balsamico è anche un rimedio utile per le pelli grasse e acneiche: in questo caso, basta diluirlo e frizionarlo sulla cute.

Come riconoscere il vero Balsamico Tradizionale di Modena DOP
Il vero Aceto Balsamico Balsamico Tradizionale di Modena DOP è invecchiato almeno 12 anni nelle botti di legno delle acetaie della provincia di Modena. Per meritarsi la DOP (Denominazione di Origine Protetta), il prodotto finale deve avere precise caratteristiche organolettiche, ossia un colore bruno scuro, carico e lucente, un profumo con un bouquet fragrante, complesso ma ben amalgamato e un sapore ben equilibrato, fra il dolce e l'agro e un'acidità mai inferiore ai 4,5 gradi. Ma se non sei un esperto degustatore di aceti, tutte queste qualità potrebbero dirti poco o nulla. Il disciplinare di produzione dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, però, viene in aiuto ai consumatori. Proprio così, perché per essere sicuro di acquistare il vero Balsamico di Modena DOP ti basta controllare l'etichetta: per esempio, se compare l'aggettivo "Tradizionale", sei certo che stai per comprare il vero Aceto Balsamico di Modena. Oltre alle indicazioni della DOP e "Tradizionale", guarda la bottiglia di vetro trasparente: il vero Balsamico di Modena deve essere venduto nella classica bottiglietta sferica a base rettangolare e solo nei formati da 10, 20 o 40 centilitri.

Vuoi acquistare il Balsamico di Modena? Quello DOP, invecchiato almeno 12 anni, lo trovi su ParmaShop, il primo e-commerce di prodotti tipici di Parma e dintorni, attivo fin dal 1996. Scopri l'Aceto Balsamico di Modena DOP e IGP.

 
AZIENDE
• Cerca per
  Categoria

• Aggiungi la tua
  Azienda

• Pubblicità su
  Fontevivo Web

• Cerca un' Azienda


 
La Ricetta
Ogni giorno una ricetta diversa, per creare menù semplici ed appetitosi.
 L'Oroscopo
Nuovo tutti i giorni, in collaborazione con Oroscopofree.
Altri Siti
 
I Cinema
Tutti i cinema delle province di Parma e Piacenza.
 



Home | La Città | Servizi | Mappe | Aziende | e-Mail


Web Design by Cities Web. This Page is © Cities Web
All rights reserved Cities Web 2000.